Seleziona una pagina

Animali Fantastici 3 perde Johnny Depp. L’attore costretto a dare le dimissioni dal ruolo di Grindelwald dopo aver perso la causa contro il tabloid The Sun.

animali-fantastici-3

Si sta parlando molto ultimamente delle dimissioni forzate dalla Warner Bros nei confronti di Johnny Depp, costretto così ad abbandonare il personaggio di Grindelwald in Animali Fantastici. La decisione della famosa casa di produzione infatti, è arrivata dopo la sconfitta della causa per diffamazione contro il «Sun», intrapresa dall’attore. Come è noto, il tabloid lo aveva definito «wife-beater» in un articolo del 2018 riferendosi alle allora presunte violenze all’ex moglie Amber Heard.

Dopo queste dimissioni, Depp ha postato sui suoi canali social, la seguente dichiarazione:

Alla luce degli eventi recenti, vorrei rilasciare una breve dichiarazione. Prima di tutto, vorrei ringraziare tutti quelli che mi hanno manifestato il loro supporto e la loro lealtà. Mi hanno molto emozionato e commosso i vostri messaggi d’affetto e di sostegno, specialmente quelli ricevuti negli ultimi giorni. Inoltre, ci tengo a informarvi che la Warner mi ha invitato a rinunciare al ruolo di Grindelwald in ‘Animali Fantastici 3’: una richiesta che rispetto e che ho accettato. Il surreale verdetto del tribunale britannico non cambierà la mia volontà di combattere per la verità e vi confermo che ho intenzione di fare appello. Le mie convinzioni restano forti e intendo dimostrare che le accuse contro di me sono false. La mia vita e la mia carriera non saranno intaccate da questo momento particolare”.

ANIMALI FANTASTICI 3: IL FUTURO DELLA SAGA

Sembrerebbe che l’attore danese Mads Mikkelsen sia in trattativa con la Warner Bros. per sostituire Depp ed interpretare Gellert Grindelwald a partire da Animali Fantastici 3 (previsto per il 15 luglio 2022). Questo rumor, tuttavia, non è ancora stato confermato, né dall’attore né dalla casa di produzione.

mads-mikkelsen-johnny-depp

 

A sinistra Johnny Depp nei panni di Grindelwald. A destra l’attore danese Mads Mikkelsen

A causa di alcuni vincoli contrattualiDepp riceverà comunque il suo intero stipendio: ben 10 milioni di dollari, compenso nettamente superiore a quello dei due co-protagonisti Eddie Redmayne e Jude Law.

LA CAUSA CONTRO IL TABLOID INGLESE

Depp v News Group Newspapers Ltd è stato un processo per diffamazione, avviato quando l’attore ha citato in giudizio il News Group Newspapers e l’editore esecutivo Dan Wootton.

Ciò che aveva scritto il quotidiano comunque era vero, ha dichiarato il giudice Andrew Nicol nel tribunale di Londra: Johnny Depp ha picchiato Amber Heard. L’attore americano continua a sostenere che quel titolo del Sun era scorretto e non corrispondente alla realtà. I suoi legali hanno inoltre annunciato che faranno ricorso per dimostrare la sua innocenza.

“Le vittime di violenza domestica non devono mai essere messe a tacere”, ha commentato il tabloid dopo la sentenza, “ringraziamo i giudici di Londra e Amber Heard per le sue coraggiose testimonianze in tribunale”.

johnny-depp-sun
Johnny Depp e Amber Heard

LA FINE DI UNA CARRIERA?

Andando oltre alle gravissime accuse contro l’attore che l’Alta Corte di Londra ha sostanzialmente confermato, durante le udienze Depp e Heard hanno rivelato al mondo i dettagli privati e miserevoli della loro relazione, devastando le loro reputazioniDepp è stato dipinto come un picchiatore seriale, che prendeva droghe di ogni sorta. D’altra parte, secondo l’attore, era la giovane moglie che in realtà picchiava lui. Un continuo accusarsi, insomma.

Johnny, nonostante abbia ancora l’appoggio di molti fan, deve iniziare a raccogliere i cocci della sua carriera.

Quello che era conosciuto come l’antidivo per eccellenza, oggi si rivela prigioniero del cliché dell’attore schiacciato dalla sua stessa fama.